Main Page Sitemap

Last news

Un giovane cazzo per nonna bionda maggiorata.Aggiungi ai preferiti : Permalink.Pero una soddisfazione grande farsi una scopata con un giovane cosi dotato e con il cazzo duro, che si dice esperto di situazioni simili e ne siamo certi.Added by amanteserana..
Read more
Indigenous, nero di Troia 2015, puglia, italien.Nero di Troia produces il commissario bordelli trama tannic, rustic reds from Castel del Monte DOC while Negroamaro, typically blended with Malvasia nera, plays a large part in may blends made throughout the peninsula.Durchschnittliche..
Read more
La tragédie classique prône également la vraisemblance.Hybris et Némésis modifier modifier le code La conception grecque du monde reposait sur lidée que celui-ci est régi par des lois, par un ordre universel.Lintrigue politique lamour dHippolyte pour Aricie que le roi..
Read more

Prostituta romena arrestata


prostituta romena arrestata

somma di 720 euro che.
Si fingeva prostituta per adescare ignari uomini con i quali, una volta appartati, nei pressi di via Salviati, via della Martora e prostituzione in finlandia via Cesare Tallone, in zona Tor Sapienza, li faceva rapinare dal suo complice.
I malcapitati che finivano nella loro rete arrivano alla disperazione, come l operaio 49enne di Piove di Sacco che, alla fine, si è tolto la vita a gennaio di quest'anno.Era questo il modus operandi della 28enne romena.Ana Alina Ursu, padova La malattia di un parente, un incidente stradale, un guaio giudiziario.Una prostituta romena di 33 anni residente a Torino è stata arrestata ieri, martedì 19 dicembre 2017, dai carabinieri di Alba con l'accusa di estorsione ai danni di un pensionato 78enne residente nella località del Cuneese.I carabinieri hanno seguito l'uomo che si era presentato all'ennesimo appuntamento con la donna per consegnarle del denaro (60mila euro chiesti per curare un'immaginaria malattia della bambina) in un bar di Corneliano d'Alba.I Carabinieri della Stazione Roma Tor Sapienza hanno accertato che, una volta appartati nelle citate strade buie, i clienti, prima che iniziassero ad avvicinarsi alla donna, venivano rapinati dal complice 28enne, armato di coltello, che scappava subito allinterno dellinsediamento di via Salviati.Non si sa se la figlia maggiore sia effettivamente anche figlia dell'anziano.Inoltre, stante la pericolosità sociale derivante dai numerosi precedenti, non riuscendo tra laltro a giustificare validamente la sua presenza in città, nei confronti della cittadina rumena è stato irrogato dal Questore foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Benevento.I militari dellArma hanno subito collegato linsano gesto ad una condizione di persistente disperazione in cui viveva la vittima, a seguito dell incontro avuto diverso tempo prima con la romena, successivamente identificata proprio con la Ursu.Il provvedimento è il frutto di minuziose indagini effettuate dai Carabinieri, avviate subito dopo aver acquisito le denunce per le rapine, con lo stesso modus operandi, da parte degli uomini adescati dalla donna.Casa Circondariale di Verona.
Ana Alina Ursu e delle sue quattro "colleghe" connazionali.
Erano solo alcune casalinghe troie inculate delle scuse che Ana Alina Ursu, prostituta 28enne romena arrestata dai carabinieri di Piove di Sacco per estorsione e truffa, avrebbe usato per convincere le sue vittime a consegnarle decine e decine di euro.
Poi, alternando storie lacrimose a minacce di morte e di rivelare tutto alle rispettive mogli, chiedevano soldi, 500 euro,.500 euro ma anche, in un caso, 70mila euro.
In casa della vittima i militari hanno trovato una serie di appunti, lasciati proprio dalloperaio, in cui faceva risalire la sua sofferenza e disperazione allincontro con la Ursu.Nel corso delle indagini, per loro stessa ammissione, i 3 uomini hanno ammesso di aver fatto sesso con alcune delle indagate e di aver versato loro somme anche spropositate : precisamente il primo.000,00 euro circa, il secondo.500,00 e il terzo 500,00 euro."Se non vuoi che racconti tutto a tua moglie devi pagare gli diceva lei, che oggi ha due figli.Ci facevano sesso a pagamento e poi cominciavano a intimidirli: richieste continue di denaro, minacce di rivelare i tradimenti alla famiglia, fantomatici killer romeni che li avrebbero "sistemati".Le vittime, i carabinieri, infatti, hanno scoperto lidentità di altre tre vittime.Le indagini sono partite proprio a seguito del suicidio del 49enne.


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap